Finalmente un calo dei consumi

Eccellente l’andamento dei consumi nel 2012:  uno splendido -5,1% annuncia infatti che l’era dello sperpero e del consumismo fine a se stesso ha irreversibilmente iniziato il suo giusto declino.

grafico

L’ambiente ringrazia, le famiglie risparmiano e si dedicano con maggior consapevolezza a valori più importanti.

Diminuiscono gli acquisti inutili o inutilmente costosi, si cerca la qualità nella reale utilità e praticità e non più nelle firme o nelle marche più reclamizzate.

La crisi del settore pubblicitario potrebbe aprire preziosi spiragli di luce, qualora i media e la comunicazione in genere avvalorassero i principi del risparmio e della conservazione o riutilizzo dei beni anzichè favorire con messaggi gravemente deformanti il consumo indiscriminato a unico vantaggio delle leggi di mercato.

L’assottigliamento della stratificazione sociale si riflette così in una maggior uguaglianza, diminuiscono le discriminazioni e aumenta proporzionalmente il benessere interiore, solidarietà e fratellanza guadagnano infatti preziosi punti.

Finalmente un calo dei consumi
4.5 (90%) 2 votes

Lascia un commento