Francesco

Si respira aria di cambiamento nelle direzioni più varie e quella che accende la mia attenzione, in questo momento, è l’immagine di Francesco, il neo eletto Papa.

Al di là del suo atteggiamento che indica un’inversione di rotta dando un’immagine della Chiesa più vicina a tutti, sono le sue parole e la volontà di uscire dagli schemi che mi hanno colpito. Alla sua prima apparizione dal balcone che si affaccia su Piazza San Pietro, per l’Angelus domenicale, ho voluto accendere la televisione, incuriosita dai suoi atteggiamenti dei giorni precedenti. Ciò che ho visto è la voglia di andare “a braccio” anzichè leggere ciò che, probabilmente, è stato scritto da qualche segretario per l’occasione. Mi è piaciuto il suo essere “impacciato” nel leggere e la sua naturalezza quando si sentiva ispirato, scegliendo le parole sul momento.

Sto seguendo Francesco e ciò che i media mostrano quasi con incredulità. Mi piace ciò che vedo. Mi piace Francesco nel suo semplice essere Sacerdote ancor prima che Papa e sono curiosa di vedere come reagirà nelle situazioni ufficiali dove viene chiamato al rigore dell’etichetta. Mi piace Francesco quando dice che Dio non si stanca di perdonare: siamo noi che ci stanchiamo di chiedere il perdono. Mi piace quando chiede di pregare per lui ed ho la senzazione, in quel momento, che senta il peso di una carica importante a tal punto da aver bisogno del sostegno di ogni persona che lo segue.

Francesco stupisce perchè parla alla gente, perchè adempie al suo credo con Fede e giusta comprensione. Sicuramente è un rivoluzionario che porta un pò di pragmaticità laddove tutto dev’essere come sempre è stato, una sferzata di illusoria novità nell’illusione quotidiana. Mi piace Francesco, il nuovo Papa, che saluta la gente con il pollice sollevato.

Lucia Merico

Francesco
4.33 (86.67%) 6 votes

Lascia un commento