Fuori dalla gabbia dorata

Fuori dalla gabbia dorata… c’è un mondo dorato!

E allora perchè uscire dalla gabbia chè già dorata di suo?

Perchè gli spazi sono mobili, la dimensione è mobile e tutto si realizza nella mobilità dell’essere e del vivere.

Quanto tempo, quanti anni, quanti decenni sono stati necessari per realizzare a regola d’arte la nostra splendida gabbia dorata che circoscrive i limiti della nostra esistenza?

Quante regole, quante abitudini, quanti gusti abbiamo modificato e adattato al nostro sistema di vita individuale per modellare il nostro carattere, la nostra personalità, il nostro habitat?

E’ stato un cammino lungo, intenso, a volte sofferto, altre gioioso… man mano che abbiamo definito i perimetri del nostro raggio d’azione abbiamo sempre più consolidato cosa ci piace e cosa non è di nostro gradimento, abbiamo forgiato le nostre credenze avvalorandoci delle nostre esperienze, abbiamo interpretato il patrimonio di conoscenza per attingere e maturare il nostro bagaglio culturale, abbiamo creato, ideato, pensato, prodotto, realizzato tante cose che ora, in parte, ci appartengono, sono nostre, diciamo:

“Questo è mio”

“Io sono così”

“Mi sono realizzato”

Tutto funziona discretamente fino a quando non crolla qualcosa, un mito interiore, una credenza, un valore o più semplicemente la percezione di qualcosa che sfugge, quasi invisibile, un vento silenzioso che sussurra, suggerisce di spostare lo sguardo altrove, un segnale che ci cattura, una voce nuova, un sogno, uno sguardo, una emozione…

Quando sentiamo il confine del nostro regno è inevitabile affacciarsi alla finestra e guardare oltre, chiedersi cosa ci possa essere oltre e soprattutto “come” possiamo essere, fuori dal nostro perimetro abituale.

Sono momenti importanti, determinanti in cui possiamo scegliere due strade:

  1. uscire
  2. restare

Nulla è dovuto se non alla nostra coscienza, il libero arbitrio ci consente di muoverci in assoluta libertà d’azione e qualunque scelta è la migliore.

 

Fuori dalla gabbia dorata
4 (80%) 1 vote

Lascia un commento