Giochiamo con i pensieri

Abbiamo mai fatto caso a quante volte nella nostra giornata diciamo “meno male…!!!”, “meno male che non ti sei fatto niente…”, “meno male che è andata così…”, “meno male che è finita…!”
E se invece provassimo a rimettere in discussione questo pensiero improntato al male, nella zona del male, e provassimo a dire “maggior bene…”, “maggior bene che è andata così…!”, “miglior bene che non è successo nulla…!”, “più bene che è capitato solo questo…!”
Si tratta, in un certo senso solo di spostarsi su un piano di pensiero diverso, pur mantenendo gli stessi significati: dall’asse del male all’asse del bene, tutto qui.

Ma la nostra vita potrebbe subire un beneficio anche notevole.

Se è vero che i pensieri sono energia e creano il nostro mondo, la nostra vita, allora vuol dire che essi hanno una grande potenza. Quindi proviamo a gestirli meglio, con più accuratezza, con maggiore consapevolezza.
Prendiamolo come un gioco da svolgere almeno una volta la settimana. Giochiamo con noi stessi.
Quando lo faccio, mi accorgo che il mio modo di essere si sposta su un differente livello di vibrazione. E la cosa risulta essere anche molto bella e confortevole. Ci sto bene, mi sento bene, tutto fila come voglio.
E non si tratta semplicemente del famoso pensiero positivo con cui tanto ci hanno rotto le balle…
Qui si sta parlando di un modo diverso di pensare, di assumere un sistema differente di pensiero, di mente.
Non mi interessa fare due o tre pensieri positivi per dire sono una persona ok, se poi il mio sistema di pensiero vive e si nutre in un ambito ancestrale e incancrenito da convinzioni tramandate e mai sondate.
Questo nuovo modo di pensare mi fa cambiare dentro, nel profondo e da lì scaturiranno anche nuove emozioni che muteranno veramente la mia vita. Meglio ancora dire che prima devo cambiare dentro di me e accompagnare questo cambiamento a una nuova visione della vita. Il cambiamento però non avviene solo a livello cosciente, ma lavora nel profondo del mio inconscio.
Arriverò anche a far mia l’idea che tutto e poi veramente tutto quello che accade nel mio mondo e intorno a me avviene solo per il BENE, anche se io al momento non lo vedo e non lo capisco. Mi troverò a credere sinceramente che il male non esiste perchè anche quello che mi sembra male in vero è bene e deve stare proprio lì dove lo vedo perchè mi faccia capire, comprendere, accettare e assumere la consapevolezza di chi sono.

Giochiamo con i pensieri
5 (100%) 1 vote