Il battito del cuore

Un noto brano dei Pink Floyd, famoso complesso pop che ha fatto storia nella musica contemporanea, s’intitola “The dark side of the moon”.

 

Bello, molto bello, bellissimo album, eletto a ragione una delle migliori composizioni pop-rock del secolo scorso.

Sono d’accordo, mi piace.

Ma ci ricordiamo come inizia e come finisce l’intera performance?

Sì…no… domanda di riserva?

Inizia e finisce con il battito del cuore

Dark_Side_of_the_Moon

Tum…tum…tum…nel silenzio profondo…

Forse che ci siamo scordati che quel battito ci appartiene, appartiene a tutti noi esseri umani, è la nostra energia vitale, proprio come il respiro.

Ma questo battito è anche della nostra terra e dell’universo intero, come anche il respiro.

Però noi, umani, siamo allineati con il battito della terra e dell’universo?

Siamo sintonizzati con le armonie della natura?

Ci ricordiamo qualche volta che anche la terra e l’universo tutto respirano?

E’ da qui che parte tutto e che finisce tutto. 

O meglio forse non ha mai avuto un inizio, né mai avrà una fine.

Siamo venuti su questa terra cominciando a respirare e il nostro cuore a battere. Poi ci siamo chiusi, siamo diventati grandi, adulti, allineati con i pensieri che ci hanno insegnato, che ci hanno trasmesso….

Ci siamo allineati a un contesto, quello in cui abbiamo scelto di vivere e abbiamo dimenticato da dove veniamo, chi siamo veramente.

Ogni tanto forse ce lo chiediamo ancora, ma non abbiamo tempo e la paura di scoprirlo ci blocca, ci attanaglia.

Ebbene NON chiediamocelo.

Sembrerà strano, eppure non chiediamocelo.

Perderemmo solo tempo a cercare risposte a domande che non esistono.

Non ci sono domande, non ci sono risposte.

C’è solo il respiro e…il battito del cuore.

Questo ci fa incontrare la natura della nostra dolcissima terra e il punto zero dell’universo.

Questo ci riallinea con l’Energia.

Già perché forse noi siamo energia?

Forza radiante 3

Fasci di energia vibrante e radiante, atomi e molecole in forte rotazione con frequenze e oscillazioni variabili?

La moderna e più recente fisica quantistica si è espressa in proposito e ha parlato di onde, di onde che collassano, di campi che s’intersecano, interferiscono l’uno con l’altro,  di onde costruttive e distruttive…

Ma questo è un campo un po’ complesso per noi non addetti ai lavori.

A noi basta sapere che siamo fasci di energia, di forza vitale.

L’energia entra e si propaga in noi, ma spesso incontra ostacoli, blocchi e si formano quelle cose che chiamiamo malattie, malesseri.

Spesso tratteniamo troppo questa energia e non la lasciamo fluire liberamente. E anche peggio non la lasciamo uscire dai nostri corpi.

L’energia è potente e lavora molto in noi, in tutti noi. L’energia viene dal piano cosmico, è libera ed inesauribile.

Basta solo sintonizzarsi con essa e soprattutto imparare a… DONARLA…

Donarla a chi???

E qui sta il bello: donarla agli altri, a tutti, a quelli simpatici e a quelli antipatici, ai belli e ai brutti, agli amici e ai nemici. Sì, proprio così, anche ai nemici.

E quando dono, NON CHIEDO MAI NULLA IN CAMBIO, E NON MI ASPETTO MAI NULLA

Quando AMO, amo e basta, non ho aspettative e non mi interessa se l’oggetto del mio amore mi ricambia oppure no.

L’importante per me è donare, A SENSO UNICO!

L’amore, quello senza condizioni, mi ritorna dalla terra, dagli angeli dell’universo, dal cosmo intero!

Se poi anche le persone mi contraccambiano, allora bene. Va tutto bene. Tutto ha un suo preciso scopo che noi spesso non vediamo. E’ tutto veramente perfetto. Ed ognuno su questa terra sta facendo del proprio meglio, anche chi non ci sembra. L’IMPORTANTE è RIEMPIRE SE STESSI DI AMORE, prima di imparare a donarlo.

Ora torniamo all’energia. Un grande scienziato di nome Albert Einstein trovò la formula per misurare l’energia, contemplando la massa e il quadrato della velocità della luce,,, ed era ancora il XX secolo!

E oggi?  Cosa sappiamo in più di energia? Quanti riconoscono che tutto, ma proprio tutto è energia?   Le varie forme di comunicazione, dai radar ai cellulari che tutti usiamo, dai messaggi dei satelliti geostazionari alle trasmissioni che vediamo sui nostri televisori di casa?

Ma è tutto qui?

Non è forse che anche noi, esseri umani, siamo grandi trasmettitori e ricevitori di energia? Siamo delle grandi radio ricetrasmittenti?

Ma che scoperta…questo gia lo si sapeva…però?

Sappiamo anche che quando mandiamo un sms con il telefonono oppure un e.mail con il pc, trasmettiamo a un’atra persona, via etere, la nostra personale energia del momento preciso in cui abbiamo scritto e formulato quel messaggio?

Siamo a conoscenza del fatto che il tipo di energia che abbiamo dentro è esattamente quella che inconsciamente gli altri percepiscono di noi.

E siamo in grado di padroneggiare questa energia?

Alla fine è solo un gioco. Il gioco della vita. Quello che dobbiamo imparare a svolgere per evolvere.

Quello che ho dentro, quello che butto fuori e che spesso non so di fare è proprio quello che gli altri ci ributtano indietro, come onda riflessa.

Ecco perché quando litigo con un altro o quando ho una cattiva risposta da parte di colui che interferisce con me è perché gli ho rivolto io quel tipo di energia.  E QUESTO AVVIENE SEMPRE, ANCHE SE NON STO FACENDO NIENTE!!! Ho sempre la responsabilità di quanto mi accade

Sembra il colmo, vero? Non ci posso credere!?!

Allora PROVARE PER CREDERE.

Siamo qui, su questa terra, proprio per provare e sperimentare con il nostro corpo fisico. Non vergogniamoci di provare e soprattutto lasciamo andare le barriere, Lasciamoci andare. Abbandoniamoci a noi stessi.  Un mondo nuovo, fantastico si dipanerà dinnanzi a noi. Adesso una

Domanda :“Quid est veritas?” (Cos’è la Verità ?)

e il suo anagramma

Risposta: “Est vir qui adest”  (E’ l’uomo che ti sta dinnanzi)

Quell’uomo che ti sta davanti non è altro che il tuo riflesso, il tuo specchio, in cui vedi te stesso, come tu sei adesso. In lui vedi la tua energia riflessa. L’energia che tu emani in questo momento preciso.

Se cambia la tua energia radiante, allora cambia anche la risposta delle altre persone, ovvero cambia il mondo.

E se tutto ciò è proprio così, allora cosa sono i pensieri? Cos’è il pensiero e cos’è la mente che da essi si forma? I pensieri hanno poi una forma?

Sono per caso anch’essi energia?

Di questo ci occuperemo un’altra volta.

Appoggio ora qui il mio grazie a chi ha avuto la pazienza di leggermi.

Ah!….!!! Scordavo… a proposito di energia vitale… perché non la smettiamo di rubarci e sottrarci energia vitale a vicenda, noi umani?

Questa è sempre stata la causa di tante discordie e tante guerre!!!

Sarebbe ora di finirla di comportarci da moderni vampiri che succhiano energia vitale dai nostri simili per poter continuare a vivere. Io la rubo a te, tu la rubi a me e così via all’infinito. Poi magari faccio anche una bella guerra così prendo tanta energia dai miei sconfitti, poverelli!

Rendiamoci conto, in questa nuova bella Era, che il cosmo è pieno, è ricolmo di energia, ed è gratuita, pulita, abbondante, inesauribile, che attende solo di donarsi a noi, di riempirci fino a satollarci.

Il modo migliore per assumere tanta energia vitale è quello di respirare liberamente e poi di donarla senza condizioni a tutti gli altri esseri, uomini, piante, animali che siano. Ce ne tornerà dall’universo cento volte tanta.

Donare è un grande strumento per essere felici. Senza mai avere aspettative, però.  Solo per il puro piacere di farlo.

Ogni fiore, ogni stelo d’erba questo lo sa, lo sa benissimo. Lo ricorda. E’ su questa terra con quella precisa consapevolezza. Infatti un filo d’erba non sottrae energia al suo vicino per crescere, per vivere…

…E noi?!?

Allora forse l’antico segreto per ottenere la nostra felicità è quello di VEDERE FELICI TUTTI QUELLI INTORNO A NOI, di fare la loro felicità, di realizzare la loro felicità. La nostra PUO’ essere solo una conseguenza

Per una legge universale: tanta felicità creo e tanta felicità mi torna, moltiplicata. Il leit-motive di un bel film è proprio: “La felicità per essere reale DEVE essere condivisa”.

Il titolo di un altro famoso film è “La vita è una cosa meravigliosa”. Questo vale anche quando ci sentiamo depressi. Ma solo se “godiamo” della nostra depressione FINO IN FONDO, liberamente. Ne parleremo…

Vale la pena di giocare questo gioco: si scopriranno cose meravigliose che mai ci saremmo aspettati.

Porgo qui ed ora a tutti le mie scuse…per questa mia dimenticanza…

Avevo scordato quanto tutto, ogni cosa,  fosse veramente bella e assolutamente perfetta. Avevo scordato l’entusiasmo e la gioia di vivere. Avevo dimenticato di ridere. Tutto per una piccola folle idea.

Ma non importa: quello che conta è solo il presente, quello che io sono adesso, perché solo il presente è infinito.

Ma anche questa è un’altra storia…

Il battito del cuore
4.78 (95.56%) 9 votes