Il giudizio e il perdono

Il Perdono è Andare Oltre. Il Perdono è la correzione delle percezioni. Il Perdono è soltanto il Perdono di sè stessi, di una colpa che non è reale, di un peccato che non esiste. Il Perdono è un mezzo per il Risveglio. Il Perdono va applicato nella nostra vita, cioè nel Sogno……Perdonando gli altri perdono me stesso, perchè gli altri sono tante parti di me stesso, cioè Illusioni, che fanno parte del Sogno.

Ricorda: Gli Aborigeni d’Australia parlano del “Tempo del Sogno“, che è questo, la nostra vita di oggi… La vita nello spazio-tempo, la vita irreale.

C’è un solo scopo: la Correzione della mente e dei pensieri da essa generati, quindi la correzione della percezione o espiazione. Il perdono è il suo strumento.

soul

La convinzione è l’accettare da parte della mente che una cosa è vera e reale con il sostegno dell’emozione di una certezza“.

Le limitazioni devono essere comprese ma non necessariamente eliminate, subito. Sfuggiamo ai limiti imposti dalla mente, ma non preoccupiamocene. Se vogliamo essere uditi dai nostri fratelli, dobbiamo parlare la loro lingua, semplicemente. Se siamo salvatori dobbiamo comprendere a cosa dobbiamo sfuggire. Allora osserviamo il problema, chiediamo la risposta e poi accettiamola quando arriva, così com’è.

Per stabilire una coscienza superiore è necessario liberarsi dalle convinzioni, diventare un testimone osservatore compassionevole, calmare e sospendere i pensieri, liberare il Sè dal controllo dell’ego”.

Posso interpretare una richiesta d’aiuto o semplicemente rispondere.
Se interpreto o giudico, non faccio altro che interpretare o giudicare i miei bisogni.
Dando aiuto lo chiedo, ma se lo percepisco come un solo bisogno in me stesso, allora guarirò.

Con la volontà, cominciamo a perdonare il mondo”.Solo i pensieri d’amore sono veri e reali,
tutti gli altri pensieri sono soltanto richieste di guarigione e di aiuto
indipendentemente dalla forma che assumono.”

“Accettiamo tutto e tutti incondizionatamente. Ricordiamoci che ognuno su questa terra sta facendo del suo meglio, per quello che può: ovvero sta facendo il meglio di sè stesso. Quindi anche quando fa del male”.

“Ricorda che un fiume resta limpido perché continua a scorrere e ciò gli permette di rimanere sempre puro: se vuoi rimanere sempre limpido devi continuare a scorrere e lasciar fluire l’acqua dentro di te”.

“Forse più che di guarigione è corretto parlare di perdono, perché la malattia non è reale. Se perdono il mondo guarisco il mondo dentro di me. Ognuno vive la “sua” dimensione. Non posso guarire gli altri, posso solo guarire gli altri dentro me stesso. Così faranno tutti gli altri: ognuno per sé, quando sarà pronto”.

“Non puoi provare l’estasi senza passare attraverso l’agonia, perché prima c’è la paura. Se l’oro vuole essere purificato deve passare attraverso il fuoco. Il fuoco brucia e apre la via all’estasi. Non aver paura: vivi e celebra la vita: Poi volerai su cieli altissimi. E ricorda: al di fuori di te c’è il nulla assoluto, il vuoto, l’energia pura, ci sono solo i tuoi pensieri che creano e riflettono ciò che tu pensi come uno specchio. Ricordiamoci di rifletterci nella bellezza dell’amore”.

“Rimaniamo sempre fuori da ogni tipo, schema o forma di Giudizio. Non giudichiamo mai persone, cose, situazioni, eventi, opinioni. Questa è una delle strade che conducono alla libertà. Il giudizio, di per sé, è un’aberrazione”.

… Chi potrebbe vedere il volto di Cristo e tuttavia insistere che il giudizio ha ancora significato? Perchè questa insistenza è di coloro che non vedono. Visione o giudizio sono la nostra scelta, ma mai entrambe…ù

spirito libero

“Il piccolo respiro dell’eternità che corre come luce dorata attraverso il tempo è sempre uguale, niente prima di esso, niente dopo”.

Noi vediamo ogni istante come un punto differente nel tempo. In realtà tutto ciò che esso contiene o che conterrà mai è proprio qui adesso…Qui dunque, c’è tutto.

“Rifiutiamo la Colpa, la colpa non esiste”.

“Nessuno può essere crocefisso da solo. Nessuno può entrare in cielo da solo”.

“Non cercare un salvatore o un maestro fuori di te, cerca solo il tuo Istante Santo nel tuo presente. E’ lì il tuo Salvatore.”

“Non è inevitabile mangiare, ammalarsi, invecchiare, morire… E’ invece incosciente non nutrire il corpo, la mente, l’anima”.

“Proviamo stupore per ogni creazione, per un filo d’erba, per un fiore, per una lucciola, per una pietra, per un raggio di sole, per un fiocco di neve……Riconosciamo la meraviglia dell’esistenza”.

Il giudizio e il perdono
5 (100%) 4 votes