Un governo che non governa?

Ma come è possibile pensare che qualche centinaio di eletti, votati da un popolo di milioni di cittadini fiduciosi, speranzosi, forse illusi ma certamente mai rassegnati possa ritrovarsi un blocco di coalizioni e minoranze tali da non essere in grado di governare?

 

Non è forse la definitiva certificazione che i politici curano i propri esclusivi interessi personali o partitici senza curarsi minimamente dell’interesse della nazione per la quale sono stati preposti come guida, rettori di un sistema, portavoce della gente, dovrebbero essere un esercito di luminari che si unisce, si congiunge, magari con qualche divergenza di opinione, magari con qualche discussione ideologica o economica… non ha importanza! Quando qualcuno è eletto sovrano ha il dovere SACRO di rappresentare gli interessi del paese, sia per quanto riguardo la popolazione umana che l’ambiente geografico.

politici4

Non accade NULLA di tutto questo, ma proprio NULLA! Prima ancora di iniziare ad avviare un qualunque confronto si dà già per scontato che non sarà possibile governare! Ma che senso ha? Sono politici o fratellini litigiosi che si rubano le caramelle a vicenda?

Forse, purtroppo, la risposta è proprio la seconda! In fondo cos’hanno dimostrato? Chi? Quando? Solo ed esclusivamente di saper abbindolare la gente con campagne politiche incentrate sul litigio o ridicole promesse, acquisizione di voti tramite mosse che degradano gli avversari, facendo leva su quello che maggiormente tocca il cuore della gente: le tasse inique, l’evasione, la povertà, il lavoro… ma queste sono solo manovre di propaganda! Non è alcun presupposto della buona capacità di governo, anzi!

politici5

Nessuno ha dimostrato di avere a cuore il bene della nazione, solamente grida, insulti, strilli, menzogne, favolette, storielle, rabbia, discussioni di assoluta sterilità, confronti e sfide, tolgo questo e metto quello, proteggo i piccoli e difendo i grandi, abbasso questo e alzo quello, tolgo quest’altro per aggiungere mio nonno in carriola… fare il girotondo o il gioco dell’oca sarebbe più costruttivo e forse più educativo, Che giochino a rialzo, a nascondino o guardie e ladri, o facciano politica, per loro è la stessa cosa, conta solo VINCERE e se non si afferma un partito di maggioranza cosa significa? Che non possono governare?

Non sono forse degli esperti, illuminati politicanti?

politici3

Ovvio che no!

Sono solo protagonisti del proprio ego e della propria avidità, ingordigia esistenziale basata esclusivamente sul proprio interesse, la propria bandiera e la propria ideologia che non è una cultura del benessere nazionale, altrimenti sarebbero tutti daccordo, ma solamente lo studio scientifico e metodico di come curare al meglio il proprio interesse di nicchia, personale, familiare, del proprio gruppo, della propria sfera, della propria classe…

Ci sono appalti statali mistificati per milioni, miliardi di euro e farneticano di tagliare le spese ai parlamentari… è fumo negli occhi!  🙂 si tolgono cento per prendere mille!

Seduti in una sala chiamata parlamento, ora, questi plebei dovrebbero solamente guardarsi in faccia, stringersi la mano e, perchè no? abbracciarsi, unirsi, cosa importa quale sia il loro simbolo, la loro bandiera, cosa importa? sono stati eletti!!!

politici7

Hanno il DOVERE di governare, accordarsi, unire le proprie forze, solo questo DEVONO fare! Vogliono fare i politici o i bambini capricciosi?

Anche in questo caso, purtroppo, la risposta è la seconda…  😥

politici6

E questo dimostra gravemente l’incapacità politica di fondo, la falsità di intenti: il bene e il male sono diametralmente opposti, chiunque sa distinguerli, chiunque! Se loro non sono in grado di avere e portare nel proprio cuore il senso della giustizia, dell’equità, del buon governo, dell’accordarsi, dello studio di soluzioni e non di complicazioni… paghino!

politici2

Paghino per lo sperpero immane di risorse durante il loro circo elettorale, paghino per il male che provocano con l’inadeguatezza totale di un preciso intento benevolo.

Forse la prima legge da discutere e approvare, urgentemente, dovrebbe riguardare proprio loro: se chi viene eletto non è in grado di accordarsi, partecipare costruttivamente con TUTTI al bene della nazione, fraternizzare e impegnarsi per unire le proprie forze e il proprio presunto talento politico, siano processati da un referendum popolare e paghino, esattamente come paga chiunque non rispetta il bene della nazione stessa.

ticket

Un governo che non governa?
5 (100%) 3 votes